cell bloccato wt

Smartphone bloccato? Ecco le cause e le modalità per sbloccarlo

Hai problemi di smartphone bloccato che causano il continuo riavvio del dispositivo? Non preoccuparti perché è un problema che capita a diverse persone soprattutto sui dispositivi Android e non necessariamente è collegato ad urti, scossoni o cadute pesanti del telefonino. Questa criticità si può verificare anche senza “traumi” e le cause sono le più disparate. Prima di tutto quindi devi individuare qual’è la causa che blocca e riavvia lo smartphone continuamente, per poi agire di conseguenza. In questo articolo ti spiego come risolvere i problemi di smartphone bloccato e come intervenire nella maniera più opportuna.

Smartphone bloccato: occhio alle app

Quando scarichi un’app da Google Play Store in realtà stai modificando lo stato interno del telefono, in quanto si installano nuovi file e si creano nuove cartelle che possono risultare incompatibili con alcune impostazioni già presenti in memoria. Assicurati quindi di scaricare le app davvero utili e cancella quelle che non usi da diverso tempo. Oltre a liberare la memoria del tuo smartphone e migliorarne le prestazioni, elimini tutti i potenziali problemi collegati alla compatibilità di alcune app e widget.

Guardando l’altra faccia della medaglia devi però fare attenzione a non eliminare alcune app di sistema, necessarie per il corretto funzionamento dello smartphone. Per effettuare una verifica apri le “Impostazioni” del telefono, entra nella sezione app e controlla se sono state disabilitate alcune di sistema. In caso positivo provvedi ad abilitarle subito così da ripristinare il corretto funzionamento del dispositivo.

<< Leggi anche: Come gestire le foto sullo smartphone? >>

Problemi di surriscaldamento

Lo smartphone produce calore ed in caso di utilizzo intensivo la temperatura interna potrebbe alzarsi troppo. Per evitare problemi, come la fusione di alcune componenti interne, lo smartphone come sistema di autodifesa tende a spegnersi automaticamente. In caso di riavvio continuo prova a controllare la temperatura esterna e se avverti al tatto un calore molto forte potrebbe essere un problema di surriscaldamento. Per ovviare a questo problema limita l’utilizzo intensivo dello smartphone, disattivando quelle funzionalità che non usi come wi-fi, Bluetooth, connessione a pacchetto ecc.

Batteria instabile

Quasi tutti i moderni smartphone Android hanno una batteria non removibile, mentre i vecchi Android sono dotati di una batteria intercambiabile ed una cover removibile. Da una parte questo è un vantaggio poiché puoi sostituire rapidamente la batteria se è vecchia, ma potrebbe rappresentare anche un problema. I contatti potrebbero infatti risultare allentati col rischio che la batteria non sia performante e che lo smartphone si riavvii di continuo. Per risolvere questo problema puoi intervenire con un metodo artigianale ma efficace: utilizza del nastro adesivo per stabilizzare la posizione della cover e della batteria. Se dopo questa operazione lo smartphone non si blocca e non si riavvia di continuo, il problema era proprio il falso contatto della batteria.

Controlla il tasto di accensione

Molto spesso la risoluzione del problema ce l’abbiamo davanti agli occhi e non la vediamo proprio perché è troppo scontata. I problemi di smartphone bloccato potrebbero dipendere dal tasto di accensione che a sua volta potrebbe risultare bloccato, magari per della polvere o qualche detrito depositatosi all’interno. In questo caso ti basta pulire per bene il pulsante di accensione e rimuovere i possibili residui di sporco e polvere presenti all’interno.

About Redazione Online

2 thoughts on “Smartphone bloccato? Ecco le cause e le modalità per sbloccarlo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *