huaweimate

Huawei Mate X: presentato il futuristico smartphone pieghevole al MWC 2019 di Barcellona

Al Mobile World Congress 2019 di Barcellona è stato alzato il sipario sul Huawei Mate X, il primo smartphone pieghevole della casa cinese. Huawei ha voluto ammantare il device di fascino e di mistero custodendolo addirittura in una teca di vetro, visibile agli occhi degli spettatori che hanno guardato con stupore e ammirazione questo gioiello di innovazione e di tecnologia. Oltre ad essere pieghevole lo smartphone supporta anche il 5G grazie al modem Balong 5000 capace di raggiungere una velocità in download fino a 6,5 Gbps. Il dispositivo chiuso funge da smartphone, ma una volta aperto può essere utilizzato anche come tablet. Huawei Mate X è dotato anche di un’innovativa cover protettiva attualmente non disponibile, ma pronta al momento della commercializzazione.

Huawei Mate X: il design

Per quanto riguarda il design Huawei Mate X si presenta con una barra laterale dove sono presenti tutti i sensori principali. Quando il dispositivo è aperto la barra assicura una presa ergonomica e stabile prevenendo pericolose cadute. Al centro è invece presente una cerniera meccanica che consente all’utente di piegare lo smartphone in base alla tipologia di utilizzo desiderato.

Comparto fotografico e batteria

Non sono state rilasciate molte informazioni sul comparto fotografico, ma i 3 sensori fotografici di Leica saranno posizionati lungo la barra laterale. Il sensore principale è da 40 megapixel, il sensore grandangolare da 16 megapixel ed il teleobiettivo da 8 megapixel. É inoltre integrato un sensore ToF che garantisce una maggiore profondità di campo durante gli scatti.

Lo smartphone è supportato da una batteria da 4500 mAh che può essere ricaricata in meno di un’ora grazie alla tecnologia SuperCharge da 55W. Nel pulsante d’accensione è integrato anche il sensore per le impronte digitali.

Scheda tecnica

Huawei Mate X monta un processore Kirin 980 con 8 GB di RAM e 512 GB di memoria interna, ulteriormente espandibile di altri 256 GB con una nano card.

Il display si trova all’esterno e lo smartphone, una volta aperto, presenta uno schermo da 8 pollici. Se viene piegato in due invece il telefonino ha uno schermo frontale da 6,6 pollici ed uno schermo posteriore da 6,38 pollici.

Il dispositivo è protetto da una pellicola OLED esterna e come anticipato supporta la connessione 5G. É però opportuno sottolineare che questa rete di nuova generazione attualmente è ancora in fase di test, ma entro la fine dell’anno ci dovrebbero essere importanti miglioramenti.

Prezzo e data di uscita

Il costo di Huawei Mate X è di 2.299 euro, un prezzo obiettivamente fuori mercato ed irraggiungibile per i “comuni mortali”. Tuttavia gli smartphone pieghevoli rappresentano la nuova frontiera della telefonia e nel giro di 2-3 anni dovrebbero essere a portata di tutti, o quasi.

Non è stata rilasciata nessuna notizia ufficiale sulla data di lancio di Huawei Mate X, ma dovrebbe attestarsi probabilmente nel secondo trimestre del 2019.

Restano tuttavia alcuni coni d’ombra sui quali neanche He Gang, presidente della Terminal Mobile Product Line di Huawei, ha saputo fare luce durante la conferenza di presentazione. Ad esempio quando gli è stato chiesto quante piegature è in grado di sostenere il telefonino Gang si è limitato a dire che il modello soddisferà le aspettative dei consumatori. Non ci resta quindi che aspettare il lancio ufficiale del dispositivo per avere maggiori informazioni sulle sue funzionalità.

<< LEGGI ANCHE: Huawei P30 in arrivo: la versione 5G disponibile solo in Europa? >>

Prodotti: Huawei Mate X Smartphone

About Redazione Online

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *