caricare smartphone di notte

Caricare smartphone di notte: quali pericoli si corrono?

Caricare smartphone di notte permette di avere il dispositivo carico al 100%, così da poterlo usare per tutta la giornata senza rischiare di restare “a terra” con la batteria. Questa pratica, per quanto funzionale, nasconde però molte insidie sia per il telefonino stesso sia per la tua salute. Lo smartphone innanzitutto emette delle radiazioni che possono essere assorbite dal corpo umano. Inoltre rischia grosso la batteria, le cui prestazioni possono decadere se lo smartphone viene caricato per molto tempo ed in continuazione. In realtà bisogna fare alcune osservazioni relative agli smartphone di nuova generazione, che a differenza dei vecchi modelli sono in grado di bloccare l’energia in entrata al raggiungimento della carica. Esistono tuttavia dei pericoli che ti illustrerò in questo articolo.

Caricare smartphone di notte: i pericoli per la salute

Gli smartphone sono dei ripetitori di radiazioni elettromagnetiche che in alcuni casi possono provocare disturbi fisici come mal di testa, emicranie e nei casi più gravi addirittura tumori. Per misurare le emissioni radioattive degli smartphone si usa il SAR, l’unità di misura della velocità di assorbimento elettromagnetico delle radiazioni nel corpo umano. Questo valore non dovrebbe mai superare i 2 watt per chilogrammo, altrimenti rischi di essere esposto a radiazioni. I produttori di smartphone tendono a minimizzare questo problema, ma ti consiglio di informarti sul valore del SAR del tuo telefonino.

caricare smartphone batteriaAnche se si tratta di casi isolati e sporadici è capitato che gli smartphone caricati di notte si surriscaldino eccessivamente prendendo fuoco o addirittura esplodendo. I telefonini di ultima generazione sono dotati di una potente batteria al litio che assicura una durata maggiore. Le celle delle batteria sotto carica vengono sottoposte ad un forte stress, poiché il passaggio continuo di energia elettrica le sottopone ad un processo continuo di dilatazione e di restringimento. Questo processo in alcuni casi rischia di far esplodere un telefonino con tutti i danni che puoi immaginare.

I rischi per le prestazioni dello smartphone

Caricare smartphone di notte fa decadere le prestazioni e riduce la durata del dispositivo? Il discorso è un po’ più complesso e prima di giungere alla conclusione è opportuno fare una premessa. Caricare uno smartphone di notte di per sé potrebbe non essere un problema, ma dipende dall’utilizzo del dispositivo.

Se solitamente cambi telefonino ogni 2 anni caricare smartphone di notte non rappresenta un problema particolare, poiché quando le prestazioni iniziano a decadere probabilmente già ti stai guardando intorno per acquistare un nuovo modello. Se invece acquisti uno smartphone per tenerlo diversi anni, caricarlo di notte potrebbe rappresentare un serio problema poiché le batterie al litio tendono ad esaurirsi rapidamente se caricate continuamente.

Considera che i nuovi telefonini sono dotati di una ricarica rapida, che pur ricaricando velocemente il dispositivo tende a lungo andare a corrodere la batteria. Tutto ciò porta inevitabilmente ad accorciare notevolmente il ciclo di vita della batteria che deve essere necessariamente sostituita. Per ovviare a questo problema si può ricorrere a caricabatterie meno potenti di quelli originali, preservando così la batteria da cariche frequenti che rischiano di corroderla e rovinarla. La ricarica risulterà inevitabilmente più lenta, ma almeno eviterà il surriscaldamento e l’erosione della batteria allungandone la vita.

About Redazione Online

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *